Il promontorio roccioso di Capo Caccia, visibile da numerosi punti panoramici della città di Alghero, fa parte dell’omonima area protetta, che comprende la baia di Porto Conte e il tratto tra Punta Giglio e Capo Caccia stessa.
All'interno del parco è possibile visitare siti naturalistici, attraverso itinerari di trekking e mountanbike, come le Prigionette, un territorio in cui, oltre alle bellezze della macchia mediterranea, si possono ammirare asinelli bianchi, cavallini della Giara e daini. Un luogo ricco anche di siti archeologici quali il complesso nuragico di Sant’Imbenia e speleologici, come la gigantesca Grotta Verde.

Tra i luoghi più interessanti da visitare ci sono poi sicuramente le Grotte di Nettuno, raggiungibili via mare dal porto di Alghero, tramite un servizio navetta, costeggiando Capo Galera e l’isola di Foradada, o a piedi grazie ad una scalinata panoramica di 654 scalini denominata L’Escala del Cabirol.
L’itinerario all’interno è di circa un chilometro, caratterizzato da un lago e da spazi suggestivi fitti di stalattiti e stalagmiti. Tra le formazioni più caratteristiche ci sono l’acquasantiera e il cosiddetto “albero di Natale”. Le sale più maestose sono quella della Reggia, con due arcate spettacolari, quella dell’Organo con la colonna più grande della grotta, e quella dei merletti.

Le falesie di Capo Caccia sono destinazione privilegiata di appassionati di arrampicata ed immersioni,  tanto che la grotta di Nereo risulta essere la più grande cavità sommersa d’Europa.